21 novembre Seminario yoga a Roma: SPALLE – LE NOSTRE ALI, I LORO SEGRETI condotto da Stefania Redini

07c45911a7856a91358a67e9d66c62e8
Partendo da un lavoro sulla fisiologia sottile del corpo arriveremo a scoprire la qualità spaziosa e vibrante dell’āsana. Con l’esperienza non duale che Stefania Redini ha approfondito con lo yoga kaśmīro di Eric Baret l’āsana ‘prenderà il volo’ dispiegando le sue potenzialità di apertura alla libertà della coscienza.
Il seminario si terrà a Roma presso le Suore Pallottine, via di Porta Maggiore 34 – accesso laterale con parcheggio via Luigi Passalacqua (METRO A-MANZONI / B- VITTORIO EMANUELE)
Costo 60, 00 euro (+ 5,00 tessera smart) Per allievi in formazione o diplomati con la Scuola formazione yoga UPS: 50,00 euro.
Informazioni e prenotazioni (entro il 15 novembre 2015):
Patrizia Musso (338 34 43 077)
 
Seminario aperto a tutti (anche per non esperti di yoga)
Evento promosso dalla Scuola di formazione per Insegnanti Yoga dell’Università Popolare dello Sport e curato da Gioia Lussana
 
A tutti coloro che lo richiederanno verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
 
Ricordarsi di portare con sé un tappetino per la pratica
Presentazione
La danza di tutto ciò che vive nel tantrismo è fondamentalmente energia cosciente e si snoda armonicamente su linee curve, cerchi, archi, ellissi, spirali. Nel corpo umano è possibile riconoscere la forma cosmica in una spirale dinamica, la rotonda armonia del tutto.
Spiraldynamik è una nuova concezione nel campo della fisioterapia e della scienza del movimento che ci permette di riscoprire come il corpo sia fatto per muoversi seguendo gli stessi principi cinetici universali. In questo nuovo appuntamento con Stefania Redini fulcro dell’esplorazione saranno le spalle:
 
Esse sono il punto di volta e di sospensione delle braccia. Se la spalla lavora nel rispetto dei suoi piani di costruzione, allora:
–  la sua mobilità determina un vasto perimetro di azione delle braccia
–  la sua forza permette la trasmissione dei carichi fra centro del corpo e la periferia 
–  la respirazione trova i suoi liberi spazi
–  la colonna cervicale / dorsale è scaricata da lavoro inutile
–  lunga vita e funzionalità dei tendini sono salvaguardate
–  i movimenti sono eleganti e liberano energia.
Nella prima parte dell’incontro:
SPALLE, I LORO SEGRETI
Esplorazione esperienziale per osservare/sentire :
–  come è posizionata la nostra scapola – come è posizionata la nostra testa omerale – loro relazione coordinata e non
–  come stiamo dunque lavorando con le nostre spalle: efficacemente o in affaticamento
–   trasposizione dell’osservazione sull’altro.
Nella seconda parte dell’incontro
SPALLE, LE ALI DELLA LIBERTA’
–  risveglio della tattilità interna, lavoro sottile su:
–  scapole e respiro toracico
–  clavicole e respiro clavicolare
–  le spirali e la forma a otto per aprire il respiro
–  il respiro che ci apre allo spazio nelle posture e nel quotidiano.
La prima parte ci permette di avere una visione più tridimensionale e spaziale dell’articolazione, inizia a permetterci uno “svuotamento” che prosegue poi nella seconda parte con una coscienza allargata e versatile che ridisegna il corpo.
 
STEFANIA REDINI
Incontra lo Yoga alla fine degli anni ‘70, con Frieda Den Haan, allieva di Swami Gitananda Giri di Pondicherry, e sotto la sua guida inizia la prima esperienza di trasmissione. Negli anni ‘80, segue una formazione con Andrè Van Lysebeth, integrando altri aspetti della pratica del respiro e del pranayama con Willy Van Lysebeth. Negli anni ’90 frequenta l’Ashram di Arnaud Desjardins in Francia, cercando sempre più l’integrazione della visione non duale nella vita di tutti i giorni. Una formazione con T.K. Shribhashyam, figlio del celebre maestro T. Krishnamacharya sottolinea una visione dello yoga classico, con i suoi legami con l’ayurveda e con la filosofia indiana.
Intorno al 2000 l’incontro con Eric Baret, che trasmette lo Yoga della Non Dualità nella linea del Tantrismo Kashmiro, apre finalmente la porta al sentire la profonda integrazione fra la pratica e la filosofia dello yoga. Negli stessi anni inizia una formazione continua con Yolande Deswarte, co-fondatrice della Spiraldynamik, arte e scienza del movimento umano.
Ha seguito per circa venti anni la formazione di Shiatsu con il maestro K. Sasaki, fondatore della Iokai International, già assistente di S. Masunaga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...